Scienza, Guerra, Società: quarantine series

Scienza, Guerra, Società è il ciclo di incontri che si sarebbe dovuto svolgere questa primavera al Palazzo Ducale di Genova, per dialogare sui collegamenti tra ricerca e applicazioni militari, ma anche su che tipo di scienza vorremmo in quale società. Una piccola bibliografia di riferimento è in costruzione qui.

Visto che, a causa del lockdown, anche il nostro ciclo di eventi è saltato, abbiamo sfruttato i poteri delle telecomunicazioni per avere delle conversazioni sugli stessi temi e, perché no, anche un po’ sul coronavirus.… Read the rest

{#11} I giorni del virus /2

In questo numero:

- Un abbraccio e un pensiero
- Letture consigliate
- I cattivi, visti da vicino
- Tavola videotonda

“When you invent the ship, you also invent the shipwreck; when you invent the plane you also invent the plane crash; and when you invent electricity, you invent electrocution… Every technology carries its own negativity, which is invented at the same time as technical progress.”

Paul Virilio, Politics of the Very Worst

Cari lettori,

siamo alla nostra seconda missiva scritta in tempo di quarantena, e se la fase 1 si avvicina alla fine, lo stesso concetto di fase 2 ci suggerisce che il virus sta segnando la nostra epoca in profondità.… Read the rest

I cattivi, visti da vicino

Rapporti umani con i microbi

L’attualità dell’emergenza sanitaria in Italia e nel mondo ci vede testimoni e al contempo combattenti di una guerra: la guerra al virus. Chi non la combatte in prima linea è comunque tenuto a rispettare una prassi tutta nuova; ma la guerra, probabilmente, non sarà una guerra lampo. Festivaletteratura ha ospitato, a Scienceground, numerosi incontri tra lavagne, laboratori e gruppi di lettura, il cui filo conduttore erano i microbi. Qui abbiamo raccolto sei contributi, riuniti in quattro gruppi tematici, per tentare di raffigurarci il nostro rapporto con questi esseri: che ci fanno ammalare e fermentano la birra, che mettono in crisi nazioni e digeriscono i nostri cibi.… Read the rest

{#10} I giorni del virus /1

In questo numero:
- Un abbraccio (da un metro-e-mezzo)
- Letture consigliate
- Partecipa!
- La Grande Estinzione e altre storie

“Io so di scienza certa che ciascuno la porta in sé, la peste, e che nessuno, no, nessuno al mondo ne è immune. E che bisogna sorvegliarsi senza tregua per non essere spinti, in un minuto di distrazione, a respirare sulla faccia d’un altro e a trasmettergli il contagio. Il microbo, è cosa naturale. Il resto, la salute, l’integrità, la purezza sono un effetto della volontà e d’una volontà che non si deve mai fermare.

Read the rest

La modellizzazione matematica dell’epidemia: usi e abusi

Un’intervista a Giuseppe De Nicolao e Tommaso Dorigo

[Illustrazione di Andrea De Franco]

All’edizione di Festivaletteratura a cui avevate partecipato grossa parte della programmazione scientifica era dedicata all’uso e abuso della statistica, dentro e fuori le scienze. Con l’insorgenza dell’epidemia, varie comunità accademiche (fisici, computer scientists, etc.) si sono mobilitate per fare analisi dati, che vengono aggiornate giorno per giorno.

Giuseppe De Nicolao: Personalmente mi sono mosso malvolentieri quando ho capito che c’era un TIR in arrivo e che il Governo pensava di aver fatto abbastanza, ritenendo di non dover introdurre correttivi per altri 4-5 giorni.… Read the rest

Algoritmo umano colpisce ancora: dubbie le sorti del mondo!

Quando dopo un miliardo di anni di storia evolutiva i cianobatteri impararono a estrarre elettroni dall’acqua, l’atmosfera fu lentamente invasa del residuo di reazione, un pericoloso gas tossico: l’ossigeno. Durante la “Grande Ossidazione” sappiamo che qualche cellula imparò prima a proteggersi, poi a utilizzare l’ossigeno, e infine a respirare. Da lì è un passo alla comparsa della specie umana (si veda [Sandal, 2019] per una esposizione divulgativa).

Oggi già esistono batteri e organismi in grado di metabolizzare la plastica e gli altri prodotti degli idrocarburi.… Read the rest