Categorie
Newslettera

{#6} Convivere col guaio

«Sognai che l’universo visibile è persona fisica di Dio; che i vasti mondi che noi vediamo scintillare, milioni di miglia lontano nelle distese dello spazio, sono corpuscoli nel sangue delle sue vene; e che noi e le altre creature siamo i microbi che saturano i corpuscoli di vita innumerevole.»

Mark Twain, 3000 anni fra i microbi (Feltrinelli, 1996)

«Twain si lasciò ispirare dalle teorie scientifiche dell’epoca, la teoria delle malattie e la nuova teoria dei germi in particolare, la quale postulava che le malattie fossero causate da microbi, e si diffondessero attraverso il contatto con indivudui infetti.

Read the rest
Categorie
Newslettera

{#5} Se non ti piacciono i batteri, sei sul pianeta sbagliato

Pochi giorni all’inizio di Scienceground 1.5 @ Festivaletteratura.

C’eravamo ripromessi di essere puntuali e tempestivi, di comunicarvi tutti i progetti sottocoperta, di tenere spolverato il nostro Scienceground 1.5 nuovo fiammante. Ma, sotto l’ombrellone, troppo intenti a leggere e studiare, ci siamo scordati di voi…

Come ripagare? Così: abbiamo chiesto ai nostri futuri volontari e ospiti di proporre qualche frase dalle letture che hanno fatto per avvicinarsi al festival, e con queste abbiamo composto un piccolo percorso.… Read the rest

Categorie
Newslettera

{#4} Scienceground 1.5: Microbi

«Durante gli esperimenti di laboratorio [di Pasteur], i microbi facevano cose che non avevano mai fatto prima. […] Quando ti addentri nella scienza dei microbi, o dei virus, entri in un mondo di interazioni che appartengono a ciò che le persone chiamano “società”. […] Il passo successivo per la comunicazione scientifica non è parlare di razionalità ma di questi esseri viventi. E se consideri i batteri svilupperai simultaneamente la totalità sia della scienza che della società.»Read the rest

Categorie
Newslettera

{#3} In onda!

«Ero consapevole di molti eventi per cui non avevo spiegazioni. Il parto con una dilatazione prolungata portava pressoché inevitabilmente alla morte. Le pazienti che partorivano prematuramente o per strada non si ammalavano mai, e ciò contraddiceva la mia convinzione che le morti fossero dovute a cause endemiche. La malattia appariva sequenzialmente tra i pazienti della prima clinica. I pazienti nella seconda clinica erano più sani, sebbene gli individui che vi lavoravano non fossero più abili o coscienziosi nelle loro mansioni.

Read the rest
Categorie
Newslettera

{#2} Leggere Il dottor Semmelweis

«La prima opera pubblicata di Louis-Ferdinand Céline è forse quella meno nota […] Senza dubbio Semmelweis non è ciò che ci si aspetterebbe oggi da un tesi di laurea in medicina. Si tratta prima di tutto di un lavoro puramente biografico che non si occupa delle teorie di Semmelweis dal punto di vista medico o scientifico.»

Ifri, Pascal A., A Reconsideration of Celine’s Semmelweis, from Questia

Ciao!

Se ricevi questa newsletter aperiodica significa che sei ancora amico di qualcuno che negli ultimi due anni ha lavorato duramente per realizzare Scienceground, uno spazio-tempo dedicato alla conversazione aperta su scienza, tecnologia e società.… Read the rest

Categorie
Newslettera

{#1} A proposito di Scienceground

«Che il linguaggio purificato della scienza, o persino il linguaggio più ricco e purificato della letteratura, debbano mai essere adeguati a ciò che viene dato dal mondo e dalla nostra esperienza è, nella natura stessa delle cose, impossibile. Accettando allegramente questo fatto, avanziamo insieme, uomini di lettere e uomini di scienza, sempre più lontano nelle regioni dell’ignoto, in continua espansione.»

Aldous Huxley, Literature and Science (traduzione nostra)

Ciao!

Se ricevi questa newsletter aperiodica significa che sei amico di qualcuno che negli ultimi due anni ha lavorato duramente per realizzare Scienceground, uno spazio dedicato alla conversazione aperta su scienza, tecnologia e società.… Read the rest