Al Festival della Scienza di Sofia

Riccardo Impavido per scienceground.it.

Nel mese di maggio scorso sono stato invitato al Festival della Scienza di Sofia, Bulgaria, ospite dell’Istituto Italiano di Cultura [NdR qui il link al talk di Riccardo, The science we are certain about]. La 4 giorni, organizzata dal governo bulgaro e dal British Council, si è svolta in una delle sale congressi dell’High Tech Park, nella periferia di Sofia, tra fontane, alberi, palazzi di vetro per uffici, centri commerciali, palazzi in costruzione e altri palazzi la cui costruzione è stata abbandonata da qualche anno.

La giornata tipica di eventi cominciava presto, nel cortile esterno, con dimostrazioni di chimica, prevalentemente composti che esplodevano o cambiavano colore, davanti a una platea di bambini e famiglie altrettanto colorate ed esplosive, per poi proseguire con laboratori permanenti, stampanti 3d, robot, fluidi non newtoniani e altri classici dei festival della scienza. Dal pomeriggio in avanti, nelle tre sale adiacenti e nel caso riunibili, ciascuna di discreta capienza, si tenevano discorsi di divulgazione per tutti i gusti e (quasi) tutte le età, con particolare attenzione ai buchi neri, le stelle (nere) del momento. A conclusione del Festival si è tenuta, «a camere unite», dunque davanti ad oltre 500 persone, la finale di FameLab Bulgaria, che ha incoronato Dimitrii, un idrobiologo.… Read the rest

Il dottor Semmelweis di L.-F. Céline

[IT] Lo scorso mese abbiamo proposto la lettura collettiva de Il dottor Semmelweis di L.-F. Céline. In questo spazio apriamo una discussione pubblica. I materiali raccolti arricchiranno una simile discussione dal vivo che condurremo alla prossima edizione del Festivaletteratura di Mantova. Se quest’estate non sai come impiegare le lunghe e pigre ore pomeridiane, sappi che cerchiamo volontari che ci aiutino a sintetizzare la discussione e a creare un breve documento riassuntivo!

[EN] Last month we launched our online book club, with the proposal of reading and discussing Semmelweis by L.-F. Céline. Now it’s time to start the discussion! It will be conducted in a mix of Italian and English language in the comment section of this post. A similar live discussion will be conducted at the next Festivaletteratura in Mantova, September 2019. The material collected here will be precious. If in the long summer days you don’t know what to make of the lazy afternoon hours, consider helping us editing the discussion into a printable document for later reference…

{#3} In onda!

«Ero consapevole di molti eventi per cui non avevo spiegazioni. Il parto con una dilatazione prolungata portava pressoché inevitabilmente alla morte. Le pazienti che partorivano prematuramente o per strada non si ammalavano mai, e ciò contraddiceva la mia convinzione che le morti fossero dovute a cause endemiche. La malattia appariva sequenzialmente tra i pazienti della prima clinica. I pazienti nella seconda clinica erano più sani, sebbene gli individui che vi lavoravano non fossero più abili o coscienziosi nelle loro mansioni. La mancanza di rispetto manifestata dai dipendenti verso il personale della prima clinica mi rese così infelice che la vita mi sembrò inutile. Tutto era in discussione; tutto sembrava inspiegabile; tutto sembrava incerto. Solo il grande numero di morti era una realtà inconfutabile.»
Ignaz Semmelweis, The Etiology, Concept and Prophylaxis Of Childbed Fever 1 (traduzione nostra)

Ciao!

Ricevi questa newsletter aperiodica perché sei ancora amico di un membro di ExTemporanea, l’equipaggio che cerca di creare un condotto spazio-temporale che connette le particelle elementari e l’analisi sociale. Puoi saperne di più qui e qui.

Se ne hai avuto abbastanza ci scusiamo: per cancellarti premi il tasto giusto in fondo alla pagina. Ma per favore dacci un consiglio su come evitare di essere insopportabili.… Read the rest

{#2} Leggere Il dottor Semmelweis

«La prima opera pubblicata di Louis-Ferdinand Céline è forse quella meno nota […] Senza dubbio Semmelweis non è ciò che ci si aspetterebbe oggi da un tesi di laurea in medicina. Si tratta prima di tutto di un lavoro puramente biografico che non si occupa delle teorie di Semmelweis dal punto di vista medico o scientifico.»

Ifri, Pascal A., A Reconsideration of Celine’s Semmelweis, from Questia

Ciao!

Se ricevi questa newsletter aperiodica significa che sei ancora amico di qualcuno che negli ultimi due anni ha lavorato duramente per realizzare Scienceground, uno spazio-tempo dedicato alla conversazione aperta su scienza, tecnologia e società. Puoi ascoltare i suoi primi vagiti qui. Inizialmente ci siamo definiti “piccola comunità scientifica temporanea”. Eppure, oggi siamo ancora qui e siamo sempre più numerosi… Per ora ci piace chiamare la nostra comunità ExTemporanea.

Se ti sembra che siamo troppo invadenti, le nostre scuse: in fondo alla pagina potrai trovare il link per cancellarti. Per favore facci però sapere perché lo premi.

Quindi, senza ulteriori indugi: cercalo nella tua libreria di casa. Dai un’occhiata a quella dei tuoi migliori amici. Chiedi loro se i loro amici più cari lo possiedono. Se così non si trova, prendilo in prestito alla biblioteca pubblica più vicina.… Read the rest

{#1} A proposito di Scienceground

«Che il linguaggio purificato della scienza, o persino il linguaggio più ricco e purificato della letteratura, debbano mai essere adeguati a ciò che viene dato dal mondo e dalla nostra esperienza è, nella natura stessa delle cose, impossibile. Accettando allegramente questo fatto, avanziamo insieme, uomini di lettere e uomini di scienza, sempre più lontano nelle regioni dell’ignoto, in continua espansione.»

Aldous Huxley, Literature and Science (traduzione nostra)

Ciao!

Se ricevi questa newsletter aperiodica significa che sei amico di qualcuno che negli ultimi due anni ha lavorato duramente per realizzare Scienceground, uno spazio dedicato alla conversazione aperta su scienza, tecnologia e società.

Se non ti va di prendere parte a questa conversazione, ci scusiamo: in calce a questa mail troverai un link per disiscriverti. Ma ti chiediamo per favore di farci sapere perché te ne vuoi andare.

La prima edizione ufficiale di Scienceground si è svolta nel Settembre 2018 a Festivaletteratura, il più importante festival letterario in Italia. Festivaletteratura ha luogo a Mantova ogni anno attorno al secondo weekend di Settembre, ed il suo programma è ricco e variegato – dovresti darci un’occhiata!


Perché la scienza in un festival letterario? Ecco una risposta semplice. Quando gli scienziati si incontrano, comunicano i risultati della loro ricerca tramite passaparola: proprio come si tramandano favole e saghe.… Read the rest

Big Food

As part of the activities organized around the visit of Gyorgy Scrinis, together with Centro di Salute Internazionale and Dipartimento di Storia Culture e Civiltà we have organized  this focus group on corporate influence on the public health agenda.

December 6, 3:30 pm – Aula Capitani – Department of History and Cultures
BIG FOOD. CORPORATE INFLUENCE ON THE PUBLIC HEALTH AGENDA

The incidence of nutrition-related disorders such as obesity, diabetes, hypertension and cardiopathies is on the rise, as well as the concerns about the impact of ultra-processed food on our health. The multinational corporations of food industry, collectively known as Big Food, have answered to these concerns by shifting the attention from the quality of the food to the individual nutrients, identified as both the problem to solve and the answer to nutrition-related disorders. Ultimately, this strategy serves the purpose to shift the attention from the structural causes of the nutrition-related pathologies, including the role of Big Food itself in creating an unhealthy food environment via the production of ultra-processed and packaged food. In parallel, food corporations have used various strategies to influence the political and governance processes in order to create and maintain a regulatory environment that is favourable to their practices and the commercialization of their products.… Read the rest

@ Festivaletteratura 2018

“La scienza oggi è afflitta dall’assedio alle sue fondamenta degli stessi accademici, dal contraccolpo della religione, dall’attacco alla sua professionalità da parte dell’ideologia del libero mercato, e dal disprezzo da parte di chi ritiene che una vita senza tecnologia sia l’unica possibilità di salvezza. Tuttavia la scienza ha ancora le potenzialità per dimostrare che si possono formulare giudizi accurati in una società tormentata da dilemmi tecnologici. Immaginate una società senza alcun posto per l’autorità culturale della scienza. Si sarebbe arresa alla politica, alle forze del mercato, alle religioni: una distopia almeno per chiunque preferisca il ragionamento alla forza.”

Harry Collins, Science as a Reflection of Society


Per l’intera durata del festival una “piccola comunità scientifica temporanea” composta da studenti universitari, dottorandi e ricercatori universitari e industriali occuperà Santa Maria della Vittoria per animare SCIENCEGROUND. Un po’ playground in cui giocare con la probabilità, la statistica e la logica matematica. Un po’ luogo di incontro in cui comprendere il background e i dilemmi di chi già fa o si prepara a fare ricerca. Ed un po’ canale underground in cui intercettare il discorso scientifico senza filtri, in tutta la sua complessità: un segnale altrimenti difficile da captare nel rumore di fondo della società dell’intrattenimento, in cui anche la scienza è ridotta a notizia passeggera.… Read the rest